martedì 10 marzo 2009

Giuseppe Di Vittorio: lo volevano bene pure le pietre

Riportiamo, su autorizzazione dell'agenzia quotidiana afNews - www.afnews.info -, questo lancio d'agenzia sul film su Giuseppe Di Vittorio.
 
SILF/SLC/CGIL, il sindacato di fumettisti, illustratori e animatori, segnala: In TV il 15 e 16 marzo 2009 su RAI Uno, Pane e Libertà, il film su Giuseppe Di Vittorio, il famoso grande sindacalista della CGIL, quello che disse "nessuno dovrà più morire per un pezzo di pane" e, durante i fatti d'Ungheria, nonostante Togliatti, "fra i carri armati e gli operai, noi stiamo con gli operai" e che voleva la CGIL come un sindacato "autonomo dai partiti, dai governi, dai padroni". Con l'occasione segnaliamo qui anche il fumetto realizzato nel 2006 dal cartoonist Gianni Carino (click qui), quello del 1982 (di Renzo Di Mauro e Lionello Bignami, con introduzione di Luciano Lama - click qui per vederne una tavola) e quello del 1958, di cui vedete l'incipit qui accanto e che potete leggere integralmente facendo click qui. Si tratta di un interessante documento d'epoca (un fumetto in cui la figura del sindacalista, recentemente scomparso, veniva usata a sostegno della campagna elettorale), che racconta la vita del sindacalista, molto amato dalla gente ("lo volevano bene pure le pietre") e rispettato dagli avversari politici, coi toni enfatici dell'epoca. Ben diversamente da quanto farà il film presentato in televisione nei prossimi giorni, che dovrebbe offrirne un ritratto più umano e autentico, e che vede come protagonista l'attore Pierfrancesco Favino.